9 luglio 2013

There’s no self without shelf

Non è la mia lista di libri preferiti (anche se alcuni lo sono), ma solo qualche consiglio di lettura per chi è a caccia di titoli. Uno scaffale da cui prendere qualcosa. I consigli sono nati su twitter, per questo i commenti non superano i 140 caratteri. La segnalazione dell’età è puramente indicativa e opinabile. Alcune letture sono indirizzate ai prof.

Buone vacanze e buone letture.

81. #Booktweet: T.Todorov, La letteratura in pericolo – Il libro che ogni insegnante di lettere, passato presente futuro, dovrebbe leggere. Se i ragazzi non amano i libri è perché non fanno esperienza della letteratura, ma del programma di letteratura. E questo dipende da noi. Per prof.

80. #Booktweet: A.Burgess, Arancia meccanica – Non esiste il buon selvaggio, né il selvaggio costretto ad esser buono. Da leggere prima di aver guardato il film di Kubrick. 16+

79. #Booktweet: M.Bersanelli, Il grande spettacolo del cielo – otto visioni dell’universo dall’antichità ai nostri giorni – Scienza e poesia nascono dalla meraviglia. Sempre. 16+

78. #Booktweet: G.Montesano, Lettori Selvaggi. Ha la pretesa di contenere tutti i compleanni dell’umanità in fatto di poesia, sia che si faccia con il pennello sia che si faccia con la penna. Inno alla bellezza di 2000 pagine. Per prof.

77. #Booktweet: A.Marcolongo, La lingua geniale, 9 ragioni per amare il greco. La scuola spesso fa odiare il greco antico, questo libro lo fa amare dalla prima all’ultima riga. Per prof, per studenti, per curiosi.

76. #Booktweet: J-P.Vernant, L’individuo, la morte, l’amore. Uno dei più grandi studiosi di letteratura e miti greci si cimenta sui temi fondamentali lasciando pagine da cui non si torna più indietro. Per prof.

75. #Booktweet: R. Navarro Duran, L’Odissea raccontata ai bambini. Prestate la voce a questa perfetta riduzione, corredata da ottimi disegni, per i vostri bambini e avrete conquistato i vostri figli alla lettura. Perenne. 8+

74. #Booktweet: F.Backman, L’uomo che metteva in ordine il mondo. Chi ha paura di amare precipita presto nel controllo. Ma meglio un sano caos amoroso di un rassicurante mondo perfetto. Con lacrima. 18+

73. #Booktweet: Zerocalcare, Kobane calling. Il geniale fumettista di Rebibbia alla volta della resistenza curda, tra assurdo e tenerezza. Senza mezzi termini. 16+

72. #Booktweet: G.Delisle, Cronache di Gerusalemme. Capire la città più complessa e misteriosa del mondo con l’arte del fumetto. Inaspettato. 17+

71. #Booktweet: U.Eco, Sei passeggiate nei boschi narrativi. Senza storie siamo incapaci di comprendere il caos dell’esperienza. Chiarificatore. Per Prof e lettori consapevoli

70. #Booktweet: E.L. Masters, Antologia di Spoon River. Che cosa ci sarà scritto sulla vostra lapide. Un poeta lo ha immaginato per un intero paese. 16+

69. #Booktweet: F.Dostoevskij, Delitto e castigo. Non c’è salvezza dove non c’è caduta. Polifonia dell’anima umana. 16+

68.#Booktweet: P.Boitani, Il grande racconto delle stelle. Un viaggio letterario e artistico tra astri e dis-astri. Per prof

67.#Booktweet: M.Yan, Sorgo rosso. L’epica sanguinosa di un bandito che attraversa la grande storia cinese del XX secolo. Cruento e poetico insieme. 18+

66.#Booktweet: A.Huxley, Il mondo nuovo. Quasi un secolo fa uno scrittore immagina il mondo in cui l’unico dio è il consumo. Profetico. 17+

65.#Booktweet: G.Orwell, 1984. Il potere è controllo. La menzogna verità. La rivoluzione necessità. 17+

64.#Booktweet: G.Catozzella, Non dirmi che hai paura. La cruda odissea di una ragazza che vuole fare l’atleta, ma deve scappare dalla sua terra. Lacerante. 14+

63.#Booktweet: P.Vaghi, Scritto sulla mia pelle. Quando si tratta di dolore e di amore la pelle di un adolescente è la stessa cosa del suo cuore. 14+

62.#Booktweet: M.de Kerangal, Riparare i viventi. Può la morte di un ragazzo trasformarsi in vita? Miracoloso. 16+

61. #Booktweet: M.Haddon, Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte. Come vede il mondo un bambino autistico? Dopo averlo letto lo saprete. Con gli occhi dell’altro. 13+

60. #Booktweet: N.SanMartin Fenollera, Il risveglio della signora Prim. Contro la società della prestazione un ritorno al lavoro che sa riposare e trovare il tempo buono per le relazioni. La pazienza delle stagioni. Per prof.

59. #Booktweet: C.McCarthy, Non è un paese per vecchi. Un vecchio sceriffo a caccia di un delinquente che sembra il Demonio in persona. Le gradazioni del male hanno un limite? 18+

58. #Booktweet: W.L.Heat-Moon, Strade blu. La storia vera di un uomo che rimane senza nulla e attraversa l’America in furgoncino sulle abbandonate strade interstatali. In fuga da, in cerca di… on the road. 18+

57. #Booktweet: J.K. Stefánsson, Paradiso e inferno. La vita epica di un villaggio islandese in cui ogni gesto quotidiano è questione di vita o di morte, di inferno o paradiso. Vigoroso. 18+

56. #Booktweet: J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli. Non accontentatevi dei film. C’è ben altro. Epico. 14+

55. #Booktweet‬: R.J.Palacio, Wonder. Trasformare il dramma di non avere un volto in un canto di bellezza. Una storia vera. Luminoso. 13+

54. #Booktweet‬: W.Szymborska, La gioia di scrivere. Tutte le poesie. Ritrovare occhi per il quotidiano e trovarci tutto quello che serve per vivere. Sussurrato. 16+

53. #Booktweet‬: U.Riccarelli, L’amore graffia il mondo. Attraversare il ‘900 con gli occhi di una bambina, donna, sposa, madre. L’amore senza grazia, graffia. 18+

52. #Booktweet‬: S.Kean, Il cucchiaino scomparso. Trasformare la tavola periodica degli elementi in storie di scienza e di scienziati. Curioso. Per prof e non solo.

51. ‪#Booktweet‬: J.Carrasco, Intemperie. Un bambino salvato da un pastore in un deserto. L’ultima parola è sempre del mistero. E del perdono. Duro. 16+

50. ‪#Booktweet‬: J.Giono, L’uomo che piantava gli alberi. Un brevissimo apologo su chi è l’uomo (consiglio la versione con cortometraggio e voce narrante di Servillo). Universale. 16+

49. ‪#Booktweet‬: A.Agassi, Open. Biografia di un tennista fortissimo, per colpa del padre. Lacerante. 14+

48. ‪#Booktweet‬: F.Tuena, Ultimo parallelo. La avventurosa, drammatica, inutile conquista del Polo da parte degli Inglesi nel 1912. Epico. 16+

47. ‪#Booktweet‬: Rampin-Monduzzi, Come non farsi bocciare a scuola. Consigli a studenti, genitori, insegnanti. Spassoso. 14+

46. ‪#Booktweet‬: I.McEwan, Bambini nel tempo. E se un padre perdesse sua figlia mentre è al supermercato con lei. Liberatorio. 18+

45. ‪#Booktweet‬: R.Harris, Imperium. Primo di due romanzi con Cicerone protagonista politico di una Roma assetata di potere. Documentato. 16+

44. ‪#Booktweet‬: Y.Grevet, Méto. Trilogia poco conosciuta ma sorprendente. Ragazzi in fuga da un’isola deserta, da una scuola tirannica. Distopico. 15+

43. ‪#Booktweet‬: J.Williams, Stoner. La straordinaria vita di un uomo ordinario e così simile a ciascuno di noi. Umano troppo umano. 18+

42. ‪#Booktweet‬: J.Ford, Il gusto proibito dello zenzero. Non esistono ghetti, muri, frontiere per un amore vero. Coraggioso. 14+

41. ‪#Booktweet‬: R.Bradbury, 100 racconti. Fantascienza? No, molto di più. Vero. 16+

40. ‪#Booktweet‬: R.Buyea, Il maestro nuovo. Per capire i bambini delle elementari e come guardano il mondo. A più voci. Per maestri e genitori. 12+

39. ‪#Booktweet‬: N.Lecca, La piramide del caffè. La speranza di un orfano che trova lavoro a Londra. Luminoso. 15+

38. ‪#Booktweet‬: B.Smith, Un albero cresce a Brooklyn. La fragile e forte vita di una bambina in una Brooklyn di primo Novecento. Lirico. 16+

37. ‪#Booktweet‬: K-S.Shin, Prenditi cura di lei. Quello che non vediamo delle persone che amiamo di più. Materno. 17+

36. ‪#Booktweet‬: J.Otsuka, Venivamo tutte per mare. Il dolore di una donna è sempre dolore di tutte le donne. Corale. 17+

35. ‪#Booktweet‬: A.Finkielkraut, Un cuore intelligente. Senza letteratura non si diventa se stessi. Dissetante. Per Prof.

34. ‪#Booktweet‬: G.Steiner, Vere presenze. Se l’arte non ci cambia la vita la colpa è nostra. Magistrale. Per Prof

33. ‪#Booktweet‬: C.Melazzini, Insegnare al principe di Danimarca. Docenti in trincea in quartieri apparentemente impossibili. Ruvido. Per Prof

32. ‪#Booktweet‬: F.Cheng, Cinque meditazioni sulla bellezza. Il mondo lo salverà la bellezza. Giusto per saperlo. Abbagliante. Per Prof

31. #Booktweet‬: Benasayag – Schmit, L’epoca delle passioni tristi. Perché le risorse creative dei ragazzi sono spente? Necessario. Per Prof

30. ‪#Booktweet‬: P.K.Dick, Rapporto di minoranza e altri racconti. 5 racconti che hanno ispirato il cinema: da Blade Runner a Matrix. Visionario. 15+

29. ‪#Booktweet‬: I.Calvino, Le città invisibili. Le città sono donne: da corteggiare, scoprire, amare o temere. Levigato. 17+

28. ‪#Booktweet‬: J.London, La strada. Diario di un scrittore vagabondo a 15 anni, senza mezzi termini. Polveroso. 17+

27. ‪#Booktweet‬: C.Pavese, Il mestiere di vivere. La vita interiore di uno scrittore sincero nel suo diario. Essenziale. 18+

26. ‪#Booktweet‬: P.Salinas, La voce a te dovuta. Quello che c’è da sapere sull’amore, in versi. Luminoso. 16+

25. ‪#Booktweet‬: L.Tolstoj, La Sonata a Kreutzer. A quale follia può portare la musica. E la gelosia? Tormentoso. 16+

24. ‪#Booktweet‬: P.Süskind, Il profumo. Il più grande profumiere della storia inventa il profumo dell’Uomo. Inquietante. 16+

23. ‪#Booktweet‬: L.Perutz, Il cavaliere svedese. Un ladro ruba l’identità a un cavaliere… ad un prezzo altissimo. Magico. 16+

22. ‪#Booktweet‬: P.Maurensig, La variante di Lüneburg. Può una mossa di scacchi essere questione di vita o di morte? Intrigante. 15+

21. ‪#Booktweet‬: I.Asimov, Tutti i miei robot. Riscoprire ciò che è umano attraverso ciò che non lo è. Antologico. 15+

20. ‪#Booktweet‬: J.Giono, L’ussaro sul tetto. Un giovane tra amore, peste e guerra cerca una impossibile salvezza. Incalzante. 16+

19. ‪#Booktweet‬: Jordi Sierra i Fabra, Kafka e la bambola viaggiatrice. Kafka cantastorie per una bimba in lutto. Inaspettato. 14+

18. ‪#Booktweet‬: W.Golding, Il Signore delle Mosche. Un gruppo di ragazzi su un’isola si salva dalla guerra. O la comincia. Primordiale.15+

17. ‪#Booktweet‬: B.Fenoglio, Una questione privata. Un amore possibile o impossibile nella Resistenza. Cavalleresco. 16+

16. ‪#Booktweet: Jung Chang, Cigni selvatici. Storia di tre donne (nonna, madre e figlia) nella Cina del XX secolo. Epico. 17+

15. ‪#Booktweet‬: A.Gorz, Lettera a D. La lettera d’amore che ogni donna vorrebbe ricevere. Testamentario. 17+

14. ‪#Booktweet‬: E.Hillesum, Diario. Una donna trasforma il lager nella sua libertà. Curativo. 17+

13. ‪#Booktweet‬: R.M.Rilke, Lettere a un giovane poeta. Un poeta scrive ad un ragazzo come trovare la propria vocazione. Sussurrato. 16+

12. ‪#Booktweet‬: E.E.Schmitt, La parte dell’altro. Se Hitler non fosse stato bocciato all’esame dell’Accademia di Belle Arti? Biforcuto. 16+

11. ‪#Booktweet‬: O.Sacks, L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello. Scoprire l’identità attraverso le sue follie. Eccentrico. 17+

10. #Booktweet: C.McCarthy, Sunset Limited. Perché uno che si vuole buttare sotto un treno cambia idea? Folgorante. 17+

9. #Booktweet: F.Kafka, Metamorfosi. Chi non si è sentito uno scarafaggio almeno una volta nella vita? Angosciante. 17+

8. #Booktweet: R.Gary, La vita davanti a sé. La cruda e comica infanzia di un ragazzino figlio di nessuno e di tutti. Agrodolce. 17+

7. #Booktweet: C.Potok, Il mio nome è Asher Lev. E se la tua famiglia si opponesse al tuo talento di artista? Coraggioso. 16+

6. #Booktweet: V.Swarup, Le dodici domande. Un ragazzino ha le risposte giuste perché la sua vita è la risposta. Avventuroso. 14+

‎5. #Booktweet: C.McCarthy, La strada. Se finisse il mondo, un padre e un figlio si basterebbero? Bruciante. 17+

‎4. #Booktweet: R.Bradbury, Fahrenheit 451. In un mondo in cui i libri vengono bruciati, gli uomini diventano libri. Profetico. 16+

‎3. #Booktweet: C.S.Lewis, Le lettere di Berlicche. Quando il diavolo dà consigli su come far dannare un’anima. Luciferino. 16+

‎2. #Booktweet: F.Dostoevskij, Le notti bianche. Sognare un amore è meno doloroso che viverlo, ma viverlo è un sogno. Sognante. 15+

‎1. #Booktweet: D.Grossman, Qualcuno con cui correre. Se ci riuscite, provate a stare dietro ai due ragazzi protagonisti. Galoppante. 14+

56 responses to “There’s no self without shelf”

  1. Giulia ha detto:

    Grazie per i consigli! Mi sono già segnata qualche titolo da comprare…

  2. Marta ha detto:

    non credo che esista un età prima della quale non si dovrebbero leggere alcuni libri, è inutile consigliare un’età…penso che dipenda di più dal periodo della vita in cui ci si trova,io ho sedici anni e la maggior parte dei libri che leggo sono proprio quelli di cui dicono “magari un po’ più in là” o “non è un libro da ragazzi”o “sei ancora piccola,io l’ho letto all’università!”…mi attirano di più che ci posso fare(?)
    Quindi leggerò qualcuno dei libri che tu consigli ai prof.:)

  3. valentina ha detto:

    quando mi rendo conto che tanti dei testi che citi li ho già letti mi stupisco un po’…
    poi realizzo che mi sono “mangiata” entrambi i tuoi (posso datri del tu, vero?) romanzi in 2 giorni cadauno e allora mi dico: “beh è normale…”

  4. maria rita ha detto:

    Leggere non ha età: è una passione che aumenta sempre più prendendo un libro tra le mani…
    Aggiungerei all’elenco i tuoi libri (che ovviamente tu non hai indicato) ed uno appena pubblicato che ho trovato davvero profondo:
    M. Leonardi: “Abelis” Lindau

    Buone vacanze, grande prof-scrittore!!!

  5. Jepitiegrace ha detto:

    W O W !

    Grazie 🙂

  6. Cristina Z. ha detto:

    Gli altri danno consigli, più o meno interessati.
    Tu ci hai regalato perle e in ciascuna c’è un po’ di te, della tua ispirazione, della tua realizzazione.
    In un mondo in cui niente è gratis, un dono libero e spontaneo genera commovente stupore. Grazie davvero.

  7. Elisabeth ha detto:

    Meno male che leggere non ha età… della tua lista metà di un terzo li ho letti, dell’altra metà alcuni li ho messi in valigia per gli altri…ci devo lavorare… io di anni ne ho 35+, gli anni direi che bastano sono i giorni di vacanza che non sono mai abbastanza per dedicarsi alle buone letture! Comunque grazie per i consigli (io ci avrei messo un #36 #37 quelli scritti da te…,meritano un posto in classifica, il podio nel cuore dei lettori l’hai già raggiunto) 🙂

  8. Laura ha detto:

    Articolo inserito nella mia cartella personale “prof.2.0”! Non basteranno le vacanze per “gustare” il tutto 🙂 Serbo i tuoi consigli anche per il prossimo autunno-inverno! Buona prosecuzione di vacanze caro Alessandro!
    Laura – TerLau

  9. alberta ha detto:

    36. J. Safran Foer, Molto forte incredibilmente vicino. Anche se sei un bambino geniale hai bisogno di un padre. Uno svarione commovente. Per lettori a se stanti.

    37. G. Bernanos, Diario di un curato di campagna. Di carta e più vero del vero. Farraginoso. Per veri lettori.

    38. F. Uhlman. L’amico ritrovato. Come solo da adolescente puoi. D’onore. 15+.

    39. E. Leclerc, La sapienza di un povero. Altro che un tweet. Perla preziosa. Per l’Umanità.

    40. D. Grossman, Che tu sia per me il coltello. Passione di parole. Incompiuta. Per lettori fanatici.

    41. E. Corti, Il cavallo rosso. I Promessi sposi del Novecento. Capo-Lavoro. Per lettori fedeli.

    42. O.E.Schmitt, Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano. Joie de vivre! Cristallino. Per lettori vispi.

    43. Forster, Camera con vista. Un amore inglese. Per lettori che non saltano le righe.

    44. N. Gaiman, Nessundove. Fantasy tra le stazioni della metro di Londra. Ritmato. 16+

    45. J. Austen, Persuasione. La maturità della zia Jane. Sarcasticamente romantico. Per le inguaribili.

    46. U. Foscolo, Le ultime lettere di Jacopo Ortis. Oh, eroe mio, addio! Struggente. Per italiani di secoli dopo.

    47. I. Silone, Vino e pane. Se ce ne fossero di Pietro Spina. Idealista. Per 18enni coraggiosi.

    [Caro Prof, scusa se mi sono intruffolata nella tua idea. A tutti i lettori scappa sempre la voglia di condividere quello che hanno amato. Grazie di alcuni titoli imperdibili. Queste sono le scoperte/riletture dell’estate. Tanti abbracci alla comunità dei lettori, vetusti e nuovi].

  10. Ricciola ha detto:

    “Un uomo che legge ne vale due” Ci dice il nostro caro Mark Twain e qui, beh, se li leggessi tutti diventerei non due uomini, ma ben molti di più, forse una dozzina! A me non piace in generale leggere, o insomma, non è il mio più grande hobby,ma quest’estate mi sono appassionata. Infatti ho letto “Kafka , la bambola viaggiatrice” (concluso di recente) e anche “Le notti bianche”( forse un po’ più complicate per la mia età -12anni-) Le faccio i miei complimenti per aver allestito questa bella lista . Ho letto ” Bianca come il latte, rossa come il sangue ” e “Cose che nessuno sa”, e mi sono piaciuti molto. Adesso basta sennò mi prolungo troppo. 🙂
    Complimenti ancora.

  11. lista scelta e accurata, per fortuna sono Libri. Nella libreria presso cui lavoro, i turisti sembrano veramente amare leggere. che bello! E tu? In vacanza?

  12. laura bruna ha detto:

    15 DI AGOSTO,A CASA PER SCELTA,FORSE STASERA A VEDERE LA SCALA ILLUMINATA DI CALTAGIRONE,MA ORA A LEGGERTI UN Pò,DOPO MESI CHE NON LO FACEVO,UN Pò DI NOSTALGIA.MI SONO SEGNATA IL TITOLO ‘LA VOCE A TE DOVUTA’CHE SPERO DI LEGGERE,MA ANCHE’LE NOTTI BIANCHE’.UN ABBRACCIO E SPERO IL TUO FERRAGOSTO MIGLIORE DEL MIO.

  13. laura bruna ha detto:

    tu ci hai lasciato perle di libri da leggere,io ti consiglio di ascoltare un pò di musica mentre leggi.Prova con J.Groban ‘You raise me up’e ancora Groban con ‘Caruso’.Un abbraccio a te.

  14. Cassandra. ha detto:

    Anche se ho trovato questa bellissima lista di consigli solo a fine vacanze, ne farò sicuramente tesoro durante l’anno scolastico. Nonostante i compiti e i mille impegni, il tempo per un buon libro si trova sempre…altrimenti non saprei come scappare dalle abitudini! Non vedo l’ora di iniziare, Grazie!!

  15. Claudia ha detto:

    bello vedere che ci sono tanti libri che ancora non ho letto!
    quanto è vasta la lettura e quanta ancora ne vorrei scoprire..grazie per questa lista..

  16. greta ha detto:

    caro prof,
    ho scelto alcuni libri dalla sua lista per leggerli quest’estate oltre a quelli assegnati dalla profe…
    però non sono riuscita a trovare “il cavaliere svedese” perché ormai fuori produzione… dove posso trovarlo?
    grazie mille in anticipo!!!!!

  17. virginia sangalli ha detto:

    ancora libri:
    “Cargo” di G. Simenon. ed. adelphi
    “Vita e destino” di V.Grossman. ed. adelphi
    “Diario di scuola” di D.Pennac. ed.Feltrinelli
    “Indignazione” P.Roth. ed. Einaudi
    “la vita e il tempo di Michael K” di J.M.Coetzee . Einaudi
    “Da dove sto chiamando” di R.Carver. Minimun Fax
    “Intelligenza emotiva per un figlio” di J.Gottman. Bur
    “L’intelligenza del cuore” di S.I.Greenspan. oscar saggi mondadori
    Gli ultimi due della lista sono saggi per educatori, insegnanti, genitori, psicologi.

  18. Luisa Polignano ha detto:

    Ho letto proprio quest’estate “Qualcuno con cui correre”. Lo consiglio è stupendo!!! Davvero travolgente!!

  19. Desirèe ha detto:

    Buonasera prof,
    avevo intenzione di scriverle da qualche parte su facebook, per chiederle appunto qualche bel libro da leggere nelle prossime vacanze natalizie. aperta la sua pagina ho trovato questa lista. Grandioso. 🙂 come se mi avesse preceduta.
    Domani vado a prenderne qualcuno! Amo leggere e come può immaginare amo i suoi libri, che ho letto tutto d’un fiato.
    Grazie per i consigli… ! (:

  20. gingi ha detto:

    Buone feste e meritate vacanze. Una lettura per padri, genitori ed educatori
    “Cosa resta del padre?” la paternità nell’epoca ipermoderna , di Massimo Recalcati. Raffaello Cortina Editore

    Mi è piaciuto molto il video sull’educazione da un incontro a Torino, dove inizi con uno spezzone del film The Truman show. Ancora complimenti. Gingi

  21. Cristina ha detto:

    La tua lista mi è piaciuta un mucchio! Adoro Giono e l’ho letto anche con i miei bimbetti delle elementari – ebbene sì, sono una maestrina…-.
    Sono stata felice di leggere che alcuni dei libri che hai indicato li avevo già inseriti nella mia lista dei desideri per questa estate!
    Naturalmente ho previsto anche una rilettura di Bianca come il latte rossa come il sangue e di Cose che nessuno sa, insieme a quella di qualche classico come Jane Austen, Oscar Wilde e James Joyce.
    Purtroppo non ho trasmesso la mia stessa passione per la lettura ai miei figli sedicenni…o almeno non lo danno a vedere! Mi piacerebbe che mi suggerissi qualche strategia da utilizzare… Buona estate!

    • Prof 2.0 ha detto:

      A quell’età quel che fatto è fatto. A leggere si impara da bambini. Non rimane che dare il buon esempio. Vedrai che si riapproprieranno di tutto, anche dei libri. Almeno spero.

  22. Masoero Silvia ha detto:

    Caro professore,
    non ho mai commentato ma questa volta non posso non farlo perchè nella lista c’è uno dei libri che è stato più importante nella mia vita, il Diario di Etty. Le lettere di Rilke erano proprio uno dei libri preferiti ed indispensabili per Etty.

    Tanti Saluti

    Silvia (che oggi è uscita con 100 dal Liceo e si è sentita dire da tutti che è una pazza a voler fare Filosofia per poi diventare insegnante, so che Lei mi capirà).

  23. susanna ha detto:

    grazie!Buone vacanze!Quando uscirà il tuo?

  24. Kalypso ha detto:

    Bello ritrovare il libro della Smith. Un piccolo gioiello. Non è stato facile recuperare ‘Il maestro nuovo’, ma alla fine ci siamo trovati.
    Alcuni letti, altri annotati.
    Lista perfetta, ma sarebbe infinita…

    Ps. Aggiungo la Nemirovsky, se posso.
    E, spero a breve, di leggere il tuo.
    Scavalcherà tutti.
    E grazie.

  25. silvia ha detto:

    Immensa soddisfazione! Trovare “L’uomo che piantava gli alberi” in cima alla lista dopo averlo letto davanti ad un caloroso pubblico sabato scorso…eh beh! non ha prezzo! :-))))) emozionante.

  26. gabriella ha detto:

    SO CHE SEI TROPPO UMILE PER FARE UNA “COSA DEL GENERE, MA A CHIUNQUE RICEVA LA TUA NEWSLETTER VORREI DIRE CHE NELLA LISTA MANCANO DUE LBRI: IN PRIMIS “COSE CHE NESSUNO SA” DI UN CERTO ALESSANDRO D’AVENIA, BELLO PERCHE’ MI HA REGALATO GRANDI EMOZIONI, PUR NON ESSENDO UNA CHE SI EMOZIONA FACILMENTE E POI…..SAPETE GIA’!!!

  27. Dany (et Beatrice et Margherita) ha detto:

    Caro Prof.,
    cosa pensa della ri-lettura?
    Buone vacanze… in attesa della sua terza “creatura”…

  28. Clio ha detto:

    Sono una maestra nuova, proprio come nel libro di Buyea che ho scoperto in questi giorni grazie a te. Sono una di quelle maestre che non conosce ancora bene le regole non scritte della scuola: ho 25 anni, di cui uno solo di insegnamento. Molte volte in questi mesi mi sono sentita straniera, altre un po’ sola; mi sono sentita giovane, e inesperta, e creativa, e libera, in un mondo di adulti con braccia e gambe ingessate.
    Ieri, quando ho finito il libro, ho avuto voglia di tornare a scuola, ho sentito di nuovo le forze e la potenza dell’insegnamento, ed è stata una sensazione bella. Che voglio condividere con te, per ringraziarti di tutte le cose che tu condividi con noi.

  29. faffa ha detto:

    Una lista di libri che fa concorrenza a quella che ho stilato (compreso sintetico giudizio) per i miei alunni … anche se loro mi hanno consigliato due titoli: Giulia Carcasi “Ma quante sono le stelle” e “Io sono di legno”.
    Acquistati e da leggere durante l’estate che prevede, inoltre, la lettura di “Accabadora” di Michela Murgia, “Cuore di cane” di Bulgakov, “Dottor Jekill e Mr Hide” di Stevenson. Un titolo che mi permetto di consigliare -in particolar modo agli adolescenti (ma che cattura e commuove pure gli adulti)- è “Il giardino delle arance” di Jostein Gaadner. Per chi vuole dedicarsi alla lettura di un capolavoro “I vicerè” di De Roberto sono l’ideale!!! Buona Estate 🙂

  30. A:) ha detto:

    Gentile prof.grazie della lista…è sempre bello avere un “mucchietto” di libri che ti aspettano sul comodino.
    Insegno alla scuola elementare (mi piace ancora usare questo aggettivo non nell’accezione di “semplice” ma nel senso che è la scuola che dà gli elementi di base)da 21 anni; sono entrata in ruolo appena finite le magistrali perchè da sempre sapevo che avrei fatto la maestra. Un giorno incontrai la mia prof. di latino e quando seppe che insegnavo mi disse “Sì…un lavoro come un altro”. Prima ci rimasi male poi mi convinsi che no, non è un lavoro come un altro. Ho letto “Il maestro nuovo” nel pomeriggio di ieri, l’ho trovato prezioso e forse lo leggerò ai miei bambini nell’appuntamento quotidiano che abbiamo instaurato in questi anni con la lettura. Ogni mattina si legge un pezzetto di libro: c’è chi non vede l’ora che cominci, chi ha ancora i pensieri arruffati o troppe immagini della TV che ha già visto al mattino, quello che è certo è che si comincia la giornata scolastica in sintonia, si crea tranquillità, anche una certa complicità e un sentire comune. Ci sono bambini che hanno chiesto ai genitori di acquistare tutti i libri che abbiamo letto in classe, poi magari non li hanno mai aperti ma li tengono lì per compagnia; altri arrivano sorridenti dicendo che è uscito un libro nuovo di questo o quell’autore e chiedono stupiti “ma è vivo?”. Di certo non rinuncerò a questo piacere quotidiano anche se le ore di scuola si sono ridotte a 27 (e speriamo non si arrivi a 24).
    Grazie prof. e buona estate

  31. Mariagrazia ha detto:

    Grazie per questo utile elenco, avresti anche un elenco per i ragazzi delle medie ?
    Ho un ragazzo di 12 anni che non ama leggere ma non so come appassionarlo alla lettura.
    Anche nello scrivere non è messo bene. Hai qualche suggerimento?
    Grazie 1000, sei grande! Mery

  32. Eleonora C. ha detto:

    Che emozione vedere Etty Hillesum e Rilke nella lista… un emozionante modo per sprofondare nel proprio abisso e risalire piu forti di prima! Buona lettura a tutti e grazie prof 2.0 per i preziosi consigli

  33. Angela Caccaviello ha detto:

    Quanti libri, quante parole se solo a mia figlia piacesse leggere. Siamo andate in libreria per ascoltare letture adeguate alla sua età, comprati libri di sua scelta e poi…. in libreria uno affianco all’altro immobili.
    Sarà l’età (otto anni)o chissà. Si accettano consigli in merito. Grazie.
    Ho letto:Bianca come il latte, rossa come il sangue e Cose che nessuno sa. Mi sono piaciuti tantissimo e non vedo l’ora di leggere il terzo. Mi dispiace non avere avuto un professore come Lei. Buone vacanze

  34. arianna ha detto:

    Grazie mille Prof, alcuni libri li ho già letti e mi sono piaciuti molto altri invece li leggeró sicuramente…

  35. Ariane d'Auble ha detto:

    Steiner lo vado a comprare di corsa; sono in un momento di calo motivazionale nel mio lavoro d’insegnante e forse è arrivato il momento che io faccia qualcosa…Grazie!

  36. Aurora 98' ha detto:

    Grazie prof , mi serviva proprio una lista di libri, non sapevo cosa leggere in questo periodo .
    E’ la prima volta che scrivo sul suo blog e volevo approfittarne per dirle che lei mi è stato molto d’aiuto in questi 3 anni , mi ha fatto appassionare ancora di più alla letteratura ed è stato l’unico a farmi piacere l’ Odissea .
    Grazie di cuore d’ avvero .

  37. Vanessa ha detto:

    Ho sentito un po’ più di amore per la vita e un po’ più di misericordia per l’uomo. E per me. Allora dopo aver chiuso il libro ho sentito anche il bisogno di ringraziare, comunque poi vadano a finire le cose. Potrei suggerire la lettura a mio marito, chissà.
    Ora trovo una lista con altri tesori da scoprire, quindi grazie di nuovo.
    Vanessa

  38. Anna ha detto:

    Per tenere aggiornata la libreria, propongo la visione della trasmissione “Pane quotidiano” condotto da Concita De Gregorio su Raitre. Va in onda ogni giorno, dal lunedì al venerdì alle 12:45, ma io guardo la replica, alle 20 circa. In ogni puntata uno scrittore o una scrittrice presenta il suo ultimo libro, ma nel corso della trasmissione vengono consigliati altri libri (è questo il valore aggiunto del programma, a mio parere) anche classici della letteratura.
    Carino davvero anche il sito internet: http://www.panequotidiano.rai.it/

  39. Annalisa Martino ha detto:

    Posso suggerire “Le colpe dei padri” di Alessandro Perissinotto? Intenso, spietato, penetrante. Una riflessione sulla fragilità delle nostre identità. Che possono sgretolarsi da un momento all’altro e a volte si nutrono di apparenze e di costruzioni prive di fondamento. Lascia il segno.

  40. Adua ha detto:

    Che bello, grazie Professore, non c’è cosa più bella di poter scegliere..ho ragione a dire che sei vulcanico..qui si deve mettere le ali per stare al tuo passo..un caro saluto..
    Adua

  41. faffa ha detto:

    Colgo l’occasione offerta dal collega D’Avenia per consigliare come regalo di Natale un autore partenopeo (i cui romanzi circolano da un pò di anni, ma da che da poco tempo ho iniziato a leggere): Maurizio De Giovanni, “padre” del Commissario Ricciardi, protagonista di una collana di sei romanzi (“Il senso del dolore”, “Per mano mia”, “Il posto di ognuno”, “Il giorno dei morti”, “La condanna del sangue” “Vipera”). L’ambientazione è quella di una Napoli all’epoca del fascismo, resa con una tale maestria che, chi è napoletano, riesce a cogliere il fascino e l’unicità del centro storico rimasto pressoché immutato nel corso dei secoli. L’ atmosfera lirica e genuina della città partenopea fa da sfondo alle indagini del Commissario Ricciardi il cui dono/condanna è quello di sentire l’ultima frase pronunciata dalla vittima. Per lui le matrici di tutti gli omicidi si riducono a due: la fame e la passione. Ad affiancare il Commissario ci sono il brigadiere Maione, il medico legale Modo, Bambinella, oltre che Livia ed Enrica. Ciò che accomuna i sei romanzi è sia la bellezza della lettura nella quale ci si immerge, sia l’aspetto psicologico che lega personaggi e città.
    Auguri di buone feste natalizie:-)

  42. Cristina ha detto:

    Ciao prof, che bella lista! L’ideale se non si sa che pesci pigliare in biblioteca!!
    Ho letto “Le lettere di Berlicche” quando avevo solo 13 anni e sono rimasta così colpita che ricordo alcuni “consigli” a memoria…! Lo consiglio a tutti, è spaventosamente realista ma bellissimo!!

  43. Francesco Righetti ha detto:

    Ciao Alessandro, grazie per i consigli. Come già qualcuno ha fatto in passato, mi permetto di aggiungere “Il cavallo rosso” di Eugenio Corti.

  44. CrustinaMarcos ha detto:

    Grazie!
    Il romanzo di Natalia San Martín Fenollera l’ho divorato in pochissimo tempo: era da tanto che un libro non mi affascinava e mi rapiva completamente. Originale e incantevole. “Tiene duende”.

  45. […] Se non foste sazi ecco un’altra lista più ampia […]

  46. mm ha detto:

    Leggo titoli di libri che mi hanno cambiato la vita perché mi hanno trasformato il pensiero. Quanta bellezza!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *