4 maggio 2009

Gradazione di auguri

Anche gli auguri hanno una gradazione.Livello 1: facebook e derivati o Sms
Livello 2: email
Livello 3: telefonata

Livello 4: sms/telefonata a mezzanotte e un minuto
Livello 5: lettera scritta a mano o regalo personalizzato, per personalizzato intendo un regalo che non si potrebbe fare a nessun altro se non a te (quest’anno il disegno nell’immagine della figlia di 5 anni di un grande amico, che sintetizza tutto: la primavera, l’amicizia, la gioia; una crostata fatta da un amico con le sue mani (!), un taccuino di pagine bianche con dedica, un libro scelto ad hoc con dedica, la ricetta di una torta nell’impossibilità di far giungere la torta reale, una versione contraffatta e comica del blog).

Gli auguri che ti toccano il cuore sono quelli in cui percepisci il tempo donato gratuitamente, che in altre parole dicono: “è bello che tu anni fa sia venuto al mondo e per questo con gioia spreco il mio tempo per te”.

4 responses to “Gradazione di auguri”

  1. Anonymous ha detto:

    Se il livello più alto è il 5allora…mi è andata male!!!
    E va bè…rimane nella tua “memory’s heart”…
    =)
    E’ sempre piacevole ricevere gli auguri e altrettanto carino è stato da parte tua rispondere a tutti…non so quante volte avrai detto grazie in un solo giorno, ma avremmo dovuto ringraziare anche i tuoi genitori…(grazie)

    E’ proprio bello il disegno della bimba: dimostra che, gli auguri che arrivano al cuore provengono dal cuore!

    Perchè usi alla fine il termine “spreco”??? Non è meglio “dedico” con gioia il mio tempo per te???

    Mi hai fatto venire voglia di crostata e di regali, ma non di compleanno…ancora è lontano =)!
    Ciao prof

  2. paola ha detto:

    Non spreco ma investimento…

  3. Prof 2.0 ha detto:

    Anonimo: una mail personale rientre nel livello 5…
    Ringraziare è una terapia dell’anima e del corpo: a me fa bene!

    Anonimo e Paola: sprecare per me è un verbo bellissimo e pieno di positività. Il contadino quando semina spreca, lancia molti più semi di quelli che daranno frutto…

  4. Anonymous ha detto:

    Una parola può cambiare di significato in base al contesto in cui è inserita…
    Allora “il contadino spreca i suoi semi”, equivale a dire generosità: dare senza ricevere nulla in cambio, consapevole che i tanti semi gettati non sempre porteranno frutti…
    Grandioso…non ci avevo pensato!
    Scusami, ma adesso mi è più chiaro…
    Ciao prof

Rispondi a Prof 2.0 Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *