19 ottobre 2013

Dietro le quinte

Cari lettori,

molti mi chiedono se sto scrivendo un nuovo libro. La risposta è che ne sto scrivendo non uno ma due, molto diversi. Scrivo poco anche sul blog per questa ragione: le risorse creative sono impegnate dai due progetti in corso e dalla scuola.

Intanto sono riuscito a vedere i contenuti speciali del DVD di Bianca come il latte rossa come il sangue e ci sono molte sorprese.

Così ho deciso di pubblicarne almeno una sul blog.

[youtube]http://youtu.be/H1yrdo1aPdQ[/youtube]

 

10 responses to “Dietro le quinte”

  1. Fr. Alfredo ha detto:

    Siamo in attesa, lo sai… Contiamo sulle tue “risorse creative” che, a loro volta, sanno risuscitare in chi ti legge, “risorse sopite” … Pace!

  2. Elisabetta ha detto:

    Non vedo l’ora di poterli leggere! Buon lavoro 🙂

  3. Giulia ha detto:

    I like it! 😀

  4. barbara ha detto:

    I tuoi libri sono bellissimi non vedo l’ ora di leggere il prossimo !

  5. Paola ha detto:

    Le chiedo cortesemente professor D’Avenia, di leggere la mia inviataLe via mail.
    Confidando nella gentilezza che La contraddistingue

  6. Silvia ha detto:

    Più o meno quando usciranno? Non ero amante della lettura fino a qualche mese fa, verso aprile dopo aver visto il film di “bianca come il latte rossa come il sangue ” ho deciso di leggere il libro che devo dire mi ha catturata molto. Essendomi piaciuto tanto ho deciso di leggere “cose che nessuno sa” e, sebbene trattasse un argomento diverso mi è’ piaciuto più dell’altro, avendo l’età di margherita ho riconosciuto in lei una parte di me stessa. Mi rispecchio molto nelle cose che dice, riesce a capire e a scrivere tutte le emozioni di noi ragazzi e per questo mi piace leggere i suoi libri. Grazie a lei sono diventata un’amante della lettura , i suoi libri mi hanno aiutata a riflettere e a guardare più dentro me stessa. Mentre li leggevo la storia non finiva mai di catturarmi e non appena avevo un momento libero dallo studio iniziavo a leggere..Non vedo l’ora di scoprire i suoi nuovo libri..!

  7. alessandra ha detto:

    Ti auguro una bella “pedalata” nella creatività in questo colorato autunno !
    Ciao Ale.

  8. rosa ha detto:

    E’ incredibile come riesca sempre a farmi riflettere sul senso della vita,sulle mie scelte,sulle mie responsabilità.E’ pazzesco come ogni volta che sento un suo discorso mi si apre una strada di risposte e anche di interrogativi.Non è da tutti questa capacità:saper catturare i propri ascoltatori con l’arte della parola..Ogni frase è una perla di saggezza…mi ha colpito quando ha detto che non avrebbe continuato il romanzo di Leo perchè la storia ha già compimento nella vita dei lettori..in effetti è così: ormai ognuno ha diretto il romanzo in un percorso ben preciso,personale..ognuno nasconde nel proprio cuore il finale della storia..Grazie prof 2.0!grazie per il libro,per il suo modo di essere e per il contributo che ha dato alla vita di molti! (aspetto con ansia gli altri due libri^.^)
    ps:l’abbraccio è arrivato a destinazione^^

  9. Elisa ha detto:

    Ciao professore!
    Sono una tua grandissima fan, sia per quanto riguarda il primo libro, che trovo emozionante fin dalla prima pagina, sia del secondo, che mi ha fatto riflettere per la sua struttura più profonda. Aspetto con ansia il suo nuovo (anzi, i suoi nuovi?) libro, e spero che prima o poi venga a Firenze, perché mi piacerebbe tantissimo poterla vedere! La considero uno dei miei autori preferiti, complimenti davvero 🙂

  10. Mary ha detto:

    Ciao Prof 2.0 (perdoni la mia estrema semplicità)
    Ho letto il suo primo romanzo ” Bianca come il latte rossa come il sangue” e l’ho trovato un capolavoro di semplicità, gioia, morte, vita , passionalità..Avrei tante cose da dirle. Tante emozioni che mi ha suscitato il suo primo romanzo.. Ma come si sa le emozioni non si scrivono, si vivono. Quando vado a letto penso, penso molto. Penso a ciò che le direi se l’avessi difronte. E mi parte un fiume di parole, pensieri che si scontrano tra di loro.. E poi mi addormento senza terminare e il mattino dopo mi sveglio con i segni di una guerra iniziata e non finita. Un bacio, una sua fan sfegatata che parla di lei e dei suoi libri ovunque, a tutti con il rischio di farla passare per uno scrittore banale e noioso.

Rispondi a Mary Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *