21 gennaio 2013

Nautilus – Un viaggio in 5 puntate

Nautilus: è un mollusco la cui conchiglia contiene l’ordine dell’universo.

Nautilus: è il fantastico sottomarino di Ventimila leghe sotto i mari di J.Verne.

Nautilus: è un bellissimo programma di RaiScuola.

Federico Taddia, giornalista, scrittore, autore televisivo, conduttore di Nautilus, e soprattutto amico, mi ha coinvolto nella bellissima avventura che prevede un viaggio culturale in cinque brevi puntate. All’inizio ero teso. Le telecamere mi mettono un po’ di soggezione, ma poi grazie alla professionalità di Federico e dei suoi collaboratori (autori e tecnici) tutto si è trasformato in una chiacchierata sorridente e tranquilla tra amici su temi che ci stanno a cuore, nonostante la stanchezza di entrambi che si evidenzia nelle occhiaie scavate gradualmente sul viso durante la giornata intera trascorsa a fare le riprese…

Si parla di libri, film, musica, scuola, facebook, vita quotidiana, scrittura e qualche segreto del sottoscritto. Un modo di fare scuola senza le mura della scuola.

Bello è stato dover spostare la prima data che avevamo scelto per la trasmissione, dal momento che Federico aveva la riunione con gli insegnanti di suo figlio. E voleva esserci.

Ecco i cinque link alle puntate:

Puntata sulla Filosofia:

http://www.raiscuola.rai.it/articoli/nautilus-filosofia-alessandro-davenia/19405/default.aspx

Puntata sull’Arte:

http://www.raiscuola.rai.it/articoli/nautilus-arte-alesandro-davenia/19406/default.aspx

Puntata sui Media:

http://www.raiscuola.rai.it/articoli/nautilus-media-alessandro-davenia/19407/default.aspx

Puntata sulla Letteratura:

http://www.raiscuola.rai.it/articoli/nautilus-letteratura-alessandro-davenia/19402/default.aspx

Puntata sullo Spettacolo:

http://www.raiscuola.rai.it/articoli/nautilus-spettacolo-alessandro-davenia/19409/default.aspx

12 risposte a “Nautilus – Un viaggio in 5 puntate”

  1. maria rita ha detto:

    Li avevo già condivisi e ho fatto pubblicità con i miei colleghi ai quali tra l’altro ho inviato i link.
    Avevo anche deciso di farli vedere ai miei alunni per stimolarli ad ascoltare la tua comunicazione così bella e appassionata. Rivederli mi ha convinto: ecco una lezione presentata in modo nuovo, con a tema la bellezza di imparare.
    Grazie, Ale!!!

  2. Francesca R. ha detto:

    Una gustosa degustazione di ben 5 prelibatezze..per la mente! Un “regalo” di 5 puntate allegre e interessanti.
    Grazie grazie grazie!

  3. Debora ha detto:

    Salve Prof. Per fortuna che ha deciso di farsi coinvolgere in questa avventura televisiva! L’ho conosciuta proprio grazie a questo programma che ho visto per la prima volta la scorsa settimana. Sono rimasta affascinata dalla passione che la anima e mi sono detta: “Non tutto è perduto! Ci sono ancora tanti giovani inseganti capaci.” Fortunati i suoi studenti. Non ho ancora letto nulla scritto da lei, ma sono curiosa e lo farò…spero che aiutino anche una “non adolescente” a capire quale sia il suo posto nel mondo…
    Il suo blog è quello che cercavo: spunti di riflessione e zero banalità. Una rarità di questi tempi. E’ tra i miei ‘preferiti’ da qualche giorno!

  4. Lea ha detto:

    Ciao prof, devo dire che i tuoi libri sono davvero belli, entrambi! Ho avuto occasione di ascoltarti a Loreto, al Forum ” Alla sorgente dell’Amore” lo scorso maggio, sono rimasta molto colpita dalla semplicità, e anche dalla realtà delle cose che dici… sto rileggendo Bianca come il latte ed è impressionante quanto Leo rispecchi esattamente cosa proviamo noi ragazzi oggi…inseguire il proprio sogno è così difficile, e ancora di più lo è capire QUAL è il nostro sogno… GRAZIE davvero per le tue parole che mi fanno sempre riflettere! 😀

  5. susanna ha detto:

    Molto interessanti questi 5 argomenti:mi hanno fatto conoscere un po’ meglio Alessandro D’Avenia,mi hanno fatto addentrare un po’ di più nei suoi due stupendi romanzi, mi hanno dato tanti suggerimenti su come portare avanti il ruolo di genitore nel rapporto con le figlie adolescenti,ma anche con i due più piccoli.Cose che forse in parte si sanno ma che si ha bisogno di riascoltare per ricordarle,interiorizzarle,e sviluppare quelle di cui si posseggono solo i germi.Grazie!

  6. Cri ha detto:

    Purtroppo non riesco a sentire l’audio dei filmati…ci avevo già provato qualche giorno fa dai link su facebook…ma sembra proprio che il mio pc si rifiuti di farmi ascoltare queste 5 puntate, di cui purtroppo sono riuscita a vedere solo la prima! 🙁

    Ps. Ho regalato la settimana scorsa uno dei suoi libri a uno dei ragazzi del mio gruppo di adolescenti in parrocchia! La bellezza va condivisa 😉

  7. barbara ha detto:

    Ti sto riascoltando, caro Alessandro, e mi fa bene lasciarmi provocare dalle tue riflessioni sul mondo, sulla Scuola, sulla vocazione di insegnante, sui giovani, sulla vita…
    Grazie. A te e anche a F.Taddia.
    Ti auguro ogni bene, nel Bene.
    suorbarbara

  8. Monica ha detto:

    Belle queste puntate, ne ho tratto buoni spunti!
    Sono convinta anche io che sia necessario aprire gli orizzonti e non aver paura di “sporcarsi le mani” con i ragazzi e sperimentare. A questo proposito le resistenze maggiori sono da parte di certi colleghi e di un modo antiquato di gestire la scuola e a volte è decisamente sconfortante, soprattutto quando devo perdere più energie per la burocrazia e per cercare di convincere altri a collaborare che non con i ragazzi.

  9. Alessandra ha detto:

    Bellissimo programma che ho scoperto per caso proprio quando trasmettevano le sue interviste. Mi ha così incuriosito che ho subito comprato e letto “Cose che nessuno sa”. Grazie per la passione per la Letteratura e per la Vita che trasmette questo libro. Lo passerò a mia figlia, studentessa del liceo classico e quando sarà più grande anche all’altra mia figlia che finalmente oggi ha toccato con mano quanto sia bello scrivere e farsi comprendere facendo un bellissimo tema proprio su Ulisse (lei che ha 12 anni). Grazie ancora da una mamma da sempre dedita per formazione ai Numeri ma ormai conquistata dalle Lettere!

    • Prof 2.0 ha detto:

      Grazie a te, cara Alessandra. Alla piccola potresti far leggere l’altro libro: Bianca come il latte, rossa come il sangue. Ma valuta tu se è il caso. Buon lavoro e auguri per le tue ragazze.

  10. Silvia ha detto:

    Ancora non sono riuscita a guardare tutte le puntate, ma prometto che lo farò… Ho iniziato dalla Filosofia, che sarebbe il mio destino se solo non avessi sogni più grandi che mi costringono a rinunciare ad una scelta universitaria di questo genere.
    Oggi 31 gennaio, San Giovanni Bosco. Vengo da un liceo salesiano e ascoltandoti non ho potuto fare a meno di pensare che molto del tuo pensiero è simile a quello di Don Bosco…
    E’ bello che ci siano ancora degli adulti capaci di parlare dei giovani non per criticarli o ingannarli, ma per farli sentire migliori. Solo così un giorno potranno esserlo.
    Grazie del tuo instancabile lavoro =)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *