23 maggio 2023

Ultimo banco 162. Ora vorrei tornare

Era l’inizio del 1890 quando Vincent Van Gogh, ricoverato nel manicomio di Saint-Rémy, in Provenza, ricevette una lettera dal fratello Theo che gli annunciava la nascita del figlio a cui […]

21 dicembre 2021

Ultimo banco 101. Natale per topi o per capitani?

«C’era una volta un uomo che andava in giro a vendere piccole trappole per topi. Non era un’attività redditizia e doveva ricorrere all’elemosina e a piccoli furti per tirare a […]

9 dicembre 2020

Ultimo banco 57. Avvento

«Quando una festa si avvicina, gli uomini si preparano per celebrarla, ognuno a modo suo. Ce ne sono molti e anche Benedikt aveva il proprio, che consisteva in questo: se il tempo lo permetteva, […]

12 dicembre 2018

Letti da rifare 38. Regali, doni o presenti?

La mattina di Natale aspettavo che i primi raggi di luce filtrassero nella mia stanza, vigile come una sentinella nel buio screziato dall’intermittenza delle luci dell’albero che si insinuavano per […]

11 settembre 2008

Lettera a mio nipote

Caro Giulio, stai dormendo. Allora ti scrivo, per non svegliarti. Sei nato l’altro ieri. Grazie a te sono diventato zio: zio 2.0. Sì perché il mio nome è Prof 2.0. […]