Overture

Questo video d’apertura resta sempre in cima, perché tutte le volte che ne hai bisogno puoi guardarlo. Ma non fermarti qui: il resto cerco di aggiornarlo periodicamente.

Viviamo in un tempo in cui raccontare qualcosa di positivo desta sospetto. Credo che dovremmo abbassare le nostre difese e cercare ciò che in mezzo all’inferno non è inferno, farlo durare e dargli spazio, come dice il Marco Polo creato da uno scrittore a me caro. Questo però richiede coraggio, perché accogliere qualcosa di bello, vero, buono, cioè riconoscerlo come bello, vero, buono, significa mettersi in gioco personalmente per difendere e ampliare quel bello, vero, buono. Il cinismo è scorciatoia che ripara dal coinvolgimento personale e dal conseguente impegno, e a volte sembra un rifugio comodo, ma alla lunga inaridisce. Invece non nascondersi l’inferno e far crescere qualcosa di bello, lì in mezzo, è molto più appassionante. Per me questo si fa vita di tutti giorni in due modi: come insegnante, ascoltando e ampliando persone, e come scrittore, ascoltando e ampliando personaggi. Faticoso, ma entusiasmante.

La data del post? Il giorno in cui ho visto la luce per la prima volta. Per questo non sono cinico: perché mi è piaciuto, anche se ci ho pianto sopra.

13 novembre 2018

Letti da rifare 34. A quale prezzo

«Comunque se uno ha ancora delle domande basta andare su YouPorn». Così risponde un bambino di dieci anni alla sua insegnante, Thérèse Hargot, dopo una lezione sul concepimento. La nota […]

11 novembre 2018

Inferno: il video della prima presentazione

Ed ecco il video completo della presentazione dell’Inferno dantesco durante Lucca Comics, insieme a Franco Nembrini e Gabriele Dell’Otto. Buona visione!

6 novembre 2018

Letti da rifare 33. Per me è un no!

«Non possiedo nessun talento. Non voglio crogiolarmi nell’autocommiserazione, è così. Io non ho niente da dare». È uno dei temi ricorrenti nelle lettere che ricevo dai ragazzi, ma ho scelto […]

2 novembre 2018

L’Inferno come non lo avete mai visto

Il 30 ottobre 2018 è uscito un nuovo Inferno (prima delle tre cantiche) che permetterà a molte più persone, sopratutto giovani, di accostarsi al capolavoro dantesco. Un oggetto che al solo […]

30 ottobre 2018

Letti da rifare 32. La noia delle cavallette

«Metti via quel telefono!». È ormai la stanca litania che ripetiamo ogni giorno ai nostri figli per tentare di recuperarne la presenza: a casa, a tavola, in mezzo agli altri. […]

23 ottobre 2018

Letti da rifare 31. L’equilibrio è nelle orecchie

«Ho bisogno di silenzio!». Quante volte lo abbiamo gridato in una giornata caotica… Momenti in cui il silenzio ci manca come l’ossigeno ai polmoni e ci sembra la cura più […]

16 ottobre 2018

Letti da rifare 30. Link in bio

«19. Fashion, art, travel, love». «Mum of 2. Based in Milan». «Life begins at the end of your comfort zone». Quando ci imbattiamo in un profilo Instagram, le poche battute […]

11 ottobre 2018

Letti da rifare 29. Ritorno al futuro

Un uomo seduto su una spiaggia fissa il mare, le sue spalle possenti sussultano come quelle di un bambino: è in lacrime. I suoi occhi sempre accesi sono ora offuscati. […]

2 ottobre 2018

Letti da rifare 28. Sopra-vivenza

Lo chiamano «blackout» : una corda al collo da stringere fino a sfiorare il soffocamento, per ottenere lo sballo provocato dall’ossigeno che torna di colpo al cervello. Un ragazzo di quattordici […]

25 settembre 2018

Letti da rifare 27. A Sylvia

«Sta a me scegliere: scappare dalla vita e annientarmi definitivamente perché non sono in grado di essere perfetta da subito, senza fatica e fallimenti, o affrontare la vita a modo […]